A “CURE” Is What We Need To Make Our Dreams Possible

I was an active sporting girl. I have a twin sister who I did everything with. I loved horses and lived for them. Working with all sorts of different horse disciplines, I fell in love with Polo, a wonderful sport. In 1995 it was just a normal day; we went to work, got our ponies down to the match. The horse I was on reared, exceptionally high and fell over backwards and landed on me. My back broke when I hit the floor, and then the horse stood on my leg and broke that too.

I was taken to the nearest hospital and had metal rods put into my back. I then moved to Stoke Mandeville. This accident left me paraplegic.

I didn’t stop living, I’m doing all I can, I’m married to a wonderful husband, Steve and have an amazing son, Milo who I had after the accident. My husband and son have never seen me walk.

I believe a Cure for spinal cord injury is on the horizon and I think we need to all push for that to come as soon as possible.

My aim is to somehow walk again, to join Steve and Milo on the beach that is just down the lane from the back of our home.
I more than anything want to get married again so I can walk down the aisle.
A cure is what we need to make these dreams possible, so together as Cure Girls we will fight until there is a Chronic Spinal Cord Injury Cure.

Rebecca Baudains

Annunci

Abbiamo bisogno di una “CURA” per realizzare i nostri sogni

Ero una ragazza sportiva. Ho una sorella gemella e con lei condividevo tutto. Amavo i cavalli e vivevo per loro. Mi sono cimentata con tutti i differenti tipi di discipline a cavallo e alla fine mi sono innamorata del Polo, uno sport meraviglioso.

Era il 1995, un giorno come tanti altri, siamo andate a lavorare, poi abbiamo preso i nostri pony per la partita. Durante il match, il cavallo che stavo cavalcando si è impennato esageratamente ed è caduto all’indietro sopra di me. La mia schiena si è rotta appena ha colpito il suolo; il cavallo è atterrato anche sulla mia gamba rompendomela.

Sono stata portata al più vicino ospedale dove mi hanno stabilizzato la schiena. Poi sono stata trasferita a Stoke Mandeville. Questo incidente mi ha reso paraplegica.

Io non ho smesso di “vivere”, sto facendo tutto quello che posso, sono sposata con Steve che è un marito meraviglioso. Abbiamo un figlio straordinario Milo, che ho avuto dopo l’incidente.
Mio marito e mio figlio non mi hanno mai visto camminare.

Penso che una cura per le lesioni del midollo spinale sia all’orizzonte e credo che abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per spingere affinché arrivi il prima possibile.

Il mio sogno è quello di camminare di nuovo insieme a Steve e Milo sulla spiaggia che si trova sul retro di casa nostra.

Più di ogni altra cosa desidero sposarmi di nuovo potendo camminare lungo la navata.

Abbiamo bisogno di una “CURA” per rendere realizzabili questi sogni, per questo, insieme alle Cure Girls, mi batterò fino a quando non ci sarà una Cura per le Lesioni Spinali Croniche.

Rebecca Baudains

Ride For Life

Domenica 18 novembre 2012 si terrà, presso il Crossdromo Internazionale Monte Coralli di Faenza, la terza edizione di Ride For Life. La manifestazione, oltre al patrocinio di FMI, quest’anno vedrà la collaborazione della Marina Romoli Onlus (associazione che opera a contatto con il settore ciclismo con identiche finalità a quelle di Riders4Riders).

La terza edizione di Ride For Life vedrà quindi la partecipazione di grandi campioni italiani del ciclismo oltre a quella consueta dei migliori interpreti italiani del motociclismo su pista e fuoristrada, impegnati in una serie di sfide incrociate di motocross, pit bike e mountain bike. Al loro fianco anche i migliori freestyler italiani del Daboot team che si esibiranno con salti spettacolari.

Come sempre l’ingresso alla manifestazione è riservato ai possessori del tagliando della lotteria annessa all’evento, acquistabile il giorno stesso in loco al costo di 10 euro.

L’intero ricavato della vendita dei biglietti andrà a sostegno dei fondi Riders4Riders dedicati all’assistenza dei piloti gravemente infortunati e a supporto di progetti di ricerca per la cura delle Lesioni Spinali Croniche.

Per saperne di più:

Ride for Life 2012: http://www.riders4riders.it/art53-ride_for_life_2012.aspx

Programma Ride for Life 2012http://www.riders4riders.it/programma.aspx

Come si raggiunge:  http://www.montecorallifaenza.it/dove_siamo.htm

Marina Romoli Onlus: http://www.marinaromolionlus.org/sito/

 

La Lesione Spinale Cronica è la Nostra Prigione!

Chronic Spinal Cord Injury Is Our Jail

“Nel 2004, dopo aver passato una serata con gli amici, ho subito una lesione al midollo spinale. I medici mi hanno subito detto che non avrei mai più camminato e che inoltre non sarei nemmeno stata in grado di utilizzare come prima le mie braccia / mani. Sono diventata tetraplegica. Insomma, una devastazione completa, perdita di indipendenza e anche della dignità. Non si è più in grado di svolgere autonomamente nemmeno la più piccola e banale delle attività come lavarsi la faccia, pettinarsi, truccarsi ecc. Ti ritrovi completamente dipendente da altre persone .. Tutto quello che posso dire è che in realtà è come essere prigionieri del proprio corpo.

Faccio fisioterapia cinque giorni alla settimana per quattro ore al giorno. Questo è molto importante per quando arriverà una cura.

Chronic Spinal Cord Injury Cure Is On The Horizon https://www.facebook.com/Cureforsci

Nonostante la situazione cerco di vivere la mia vita al massimo. Mi piace viaggiare, mi piace la moda, faccio pazzie e un sacco di “pubbliche relazioni” ma  sogno sempre il giorno in cui potrò tornare a guidare la mia vecchia auto. Sono molto fortunata ad avere una famiglia incredibile e dei veri amici che mi supportano e aiutano a combattere questa lesione devastante.

LOLLY MACK: “I’M A CURE GIRL!”

Io sono una combattente e anche una persona molto positiva che crede davvero che questa situazione non sarà per sempre. LIBERTA’ = CURA. “

Lolly Mack

Rebecca:“Voglio diventare una Cure Girl”

Rebecca Baudains: “I Wanna Be a Cure Girl!”

Ciao, mi chiamo Rebecca Baudains e voglio diventare una Cure Girl!

Sono di Jersey nelle Channel Islands. Vicino all’Inghilterra, ma siamo su un’isola.

Nel giugno del 1995, quando avevo 22 anni, ho avuto un incidente mentre facevo equitazione. D’allora sono Paraplegica. Credo che arriverà per tutti noi il giorno in cui avremo l’opportunità di stare in piedi se non quella di camminare. Anche se magari necessiteremo di qualche tipo di aiuto.

Voglio dannatamente entrare a far parte delle Cure Girls, io voglio una CURA proprio come tutte voi.

Io vivo una vita “attiva”. Dopo l’incidente ho dovuto rimettermi in gioco e d’allora lavoro in banca. Ho partecipato ad una maratona per beneficenza. Faccio la staffetta di Jersey.

Ho un figlio di 5 anni e un marito, nessuno dei due mi ha mai visto camminare. Un giorno mi piacerebbe/ voglio sposarmi di nuovo e camminare lungo la navata. E spero di farcela!

Penso che la lesione spinale cronica deve diventare curabile. Ho saputo di tanti studi che riportano come gli scienziati stanno sviluppando cure e facendo camminare di nuovo i topi. Per questo motivo, il prossimo anno raccoglierò fondi per supportare Unite 2 Fight Paralysis http://u2fp.org/!

Rebecca Baudains